Risotto in doppia mantecatura alla robiola, peperone crusco e granella di anacardi


Qualche mese fa mi è capitato di andare con la mia mamma a visitare una città bellissima: Matera.
Sembra di fare un tutto nel passato, dove si respira tradizione, genuinità e passione per la propria Terra piena di storia.
Ogni volta che visito un posto nuovo devo scoprire prodotti tipici in modo da assaporare a pieno la loro cultura. Così è stato il Peperone Crusco.
Si presenta come la paprika, quindi un peperone affusolato e secco e di un rosso tendente al bordeaux. Contrariamente al suo aspetto il sapore è dolcissimo e si utilizza essiccato e poi saltato in padella oppure in polvere per insaporire le pietanze e formaggi.
Io ho abbinato la sua incredibile croccantezza ad un risotto cremosissimo e il risultato è davvero ottimo!

Ingredienti per 2 persone

180 gr di riso carnaroli
800 ml di brodo
una noce di burro
2 cucchiai di grana
80 gr di robiola
un cucchiaio di anacardi sminuzzati
4 peperoni cruschi

Tostate il riso per un paio di minuti il olio evo e successivamente sfumate col il brodo e proseguite la cottura del riso un mestolo alla volta continuando sempre a mescolare in modo che rilasci amido.
Quando il riso sarà cotto dovete far attenzione a lasciarlo ancora un po’ umido altrimenti risulterà troppo colloso; spegnete la fiamma e mantecate con burro e grana mescolando per un paio di minuti.
Passate ora alla seconda mantecatura con la robiola come per la precedente.
Servite il risotto caldo e cospargete un po’ di granella di anacardi e un paio di peperoni cruschi che potrete lasciare interi o sbriciolarli grossolanamente.

Buon appetito!

Annunci