Crostata rustica (Galette) di farro alle ciliegie

È da un po’ che non pubblico una ricetta e di questo mi spiace. Tra i mille pensieri che ho che le cose da fare a volte mi manca totalmente l’ispirazione. Comunque dopo qualche giorno di ferie sono riuscita a realizzare questa alternativa alla classica crostata, facilissima e golosa. Tra l’altro ve la riproporrò in versione salata nei post futuri perché vi può salvare una cena!

Ingredienti per 1 crostata

125 gr di farina di farro e grano saraceno, ho usato quella della Spadoni
125 gr di semola rimacinata
120 gr di burro freddo
100 gr di zucchero di canna
3 cucchiai di acqua ghiacciata

Per il ripieno

400 gr di ciliegie denocciolate
1 pesca
2 susine
Lamelle di mandorle
1 cucchiaio di zucchero di canna

In una planetaria o in una ciotola lavorate velocemente le farine, lo zucchero e il burro a pezzetti, quando si sarà formato un composto sabbioso aggiungete i cucchiai di acqua fredda. Formate una palla, appiattitela e avvolgetela nella pellicola e fare riposare in frigo per 1h.

Denocciolate le ciliegie, io le ho lasciate intere ma potete farle a pezzetti, tagliate a fettine le susine e la pesca.

Prelevate l’impasto dal frigo, stendetelo con un matterello tra due fogli di carta forno (se necessario aggiungete colpa farina) fino a raggiungere uno spessore di 3/4 mm. La cosa bella di questa crostata è che più è frastagliata, più è bella, quindi non ci vuole precisione nello stenderla. Togliete lo strato superiore di foglio di carta forno e al centro adagiate la frutta mista. Potete scegliere quella che preferite e alternarla con della marmellata, se preferite. Dato che quella che ho usato io era piuttosto dolce non ho aggiunto zucchero, ma volendo potete zuccherarla in una ciotola prima di condire la crostata.

Una volta adagiata al centro la frutta ripiegate i lembi della crostata verso il centro, spolverizzate con un cucchiaio di zucchero di canna, lamelle di mandorle e infornate a 180° in modalità ventilata per 25/30 minuti circa. Prima di sfornarla verificate che sia ben dorata e che si sia formata una bella crosticina croccante sulla base. Se necessario mettetela qualche minuto sul piano più basso del forno. Una volta cotta sfornatela e lasciatela raffreddare su una grata. Non fatela raffreddare sulla leccarda del forno altrimenti il vapore farà ammorbidire la base della torta!!

Buon appetito!