Pizza integrale… alla “Napoletana”

Io sono dipendente dai carboidrati e la pizza, soprattutto quella Napoletana, mi fa letteralmente impazzire!
Ho provato a farla e rifarla diverse volte accettando consigli e trucchetti per realizzarla a casa. La mia amica Chiara del blog La mia pasticceria moderna (maga dei lievitati) mi ha dato qualche consiglio su come preparare un impasto leggero e perfetto per la pizza. Altro trucchetto/consiglio di una persona a me cara che rende la pizza come quella napoletana consiste nella doppia cottura in padella e in forno. Non bisogna fare altro che scaldare una padella antiaderente, posizionare la nostra pizza e farla cuocere per qualche minuto a fiamma alta e poi posizionarla nel ripiano più alto del forno, quasi a contatto con il grill.
Questa doppia cottura permette di riprodurre il risultato del forno a legna..almeno ci proviamo 🙂

Ingredienti pe 2 pizze

Per la biga

180 gr di farina integrale W300 (potete usare anche la farina 0/Manitoba)

180 gr di acqua

1 gr di lievito di birra secco o 2 di quello fresco

Per l’impasto

180 gr di semola
140 gr di acqua
5 gr di malto in polvere Molino Rossetto o 1 punta di cucchiaino di zucchero
1 gr di lievito di birra secco o 3 di quello fresco
9 gr di sale fino

In una ciotola mescolate velocemente acqua, farina e lievito per preparare la biga. Basta solo mescolare, lasciate pure tutti i grumi. Coprite con la pellicola e lasciate riposare per 2 ore.

Nella planetaria versate la biga, la semola, l’acqua, il malto e il lievito in polvere, iniziate ad azionare la planetaria e quando gli ingredienti si saranno mescolati aggiungete il sale. Continuate a impastare fino a incordare l’impasto (deve staccarsi dalle pareti della planetaria e rimanere attaccato al gancio) Dato che l’impasto è molto liquido ci vorrà un po’ perché si attacchi completamente al gancio, in totale ci vorranno circa 10/15 minuti (ovviamente dipende dalla potenza della planetaria)


Coprite con la pellicola e lasciate lievitare per 2 ore.
Trascorso il tempo trasferite in una vaschetta provvista di coperchio ma che sia abbastanza capiente da contenere il triplo dell’impasto di partenza; ponete in frigo e lasciate maturare per 24 ore circa (anche 36 ore se riuscite, più lievita migliore sarà il risultato)


Prelevate l’impasto e senza toccarlo troppo versatelo su un piano piuttosto infarinato, con un coltello dividete in due parti, aiutatevi con la farina e lavorate delicatamente e poco, formando due palline e lasciate lievitare per altre 2/3 ore. (Tenete presente che più lo lavorate più diventerà appiccicoso)


Stendete ora la pizza aiutandovi con un po’ di farina e facendo pressione con i polpastrelli delle dita dal centro verso l’esterno evitando di schiacciare i bordi in modo che si formi un bel cornicione alto.

PASSATE ORA ALLA COTTURA!

Mettete a scaldare la padella antiaderente e (preferibilmente quella delle crepes) accendete il grill del forno e trasferite la pizza sulla padella; condite la come preferite e lasciate cuocere.
Sollevate la base per verificare che non si bruci, deve semplicemente scurirsi come la pizza cotta nel forno a legna. Quando avrà raggiunto il colore giusto trasferite in forno con il grill acceso sulla parte più alta e lasciatela dorare.
Sfornatela e servite!

Buon appetito!