Purè di fave

IMG_7466

Quello che vi presento è un piatto legato alla mia infanzia e nonostante si possa mangiare durante tutto l’anno mi ricorda i pranzi estivi in campagna di mia nonna Pina.
Si tratta del purè di fave, un piatto povero della tradizione pugliese servito con diversi contorni, il più celebre tra tutti le cicoriette selvatiche.
È una pietanza completa, gustosa e ricca di proteine, fibre, ferro e con pochissimi grassi!
Ricetta per 2 persone (tempo per la preparazione circa 90 min)

80 gr di patata
230 gr di fave secche
sale
olio evo

Mettete in una pentola la patata pelata e tagliata a pezzi e le fave, ricoprite con acqua e portate a bollore a fuoco medio.
Durante la cottura potrebbe formarsi della schiumetta bianca, basterà toglierla con una schiumarola.
Dopo circa 45 minuti, quando le fave inizieranno a sfaldarsi come da immagine sotto dovrete scolare l’acqua.

IMG_7464

Ricoprite le fave e le patate con acqua calda, salate e lasciare cuocere a fuoco basso fino a quando non sarà stata assorbita quasi completamente.
Spegnete e frullate fino ad ottenere un purè liscio e privo di grumi.
Accompagnare con della verdura (io ho saltato in padella con un filo d’olio e uno spicchio d’aglio delle biete a costa rossa) e un filo d’olio EVO.

IMG_7463

Buon appetito!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...